Novità Google Analytics: arriva GA4

Se hai un account su Google Analytics, saprai già che il colosso di Menlo Park ha comunicato che dall’anno prossimo sospenderanno Universal Analytics, sostituendola con GA4, Google Analytics 4.

Sebbene ci sia ancora tempo, ti consigliamo di passare il prima possibile a GA4, soprattutto per abituarti e avere uno storico delle attività. Infatti, dopo la scadenza di Universal Analytics, tutti i dati che hai raccolto finora spariranno per sempre.

Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire meglio questa novità.

COS’È GOOGLE ANALYTICS

Universal Analytics (UA), comunemente chiamata Google Analytics, è la piattaforma che Google ha lanciato nel 2013 per il monitoraggio del traffico e delle attività nei siti web.

Attraverso Google Analytics puoi vedere:
– quanti utenti sono presenti sul tuo sito in tempo reale,
– quante visite hai ricevuto in un arco di tempo,
– la loro provenienza,
– le pagine che hanno visitato,
– i rendimenti delle campagne su Google Ads e molto altro. 

Puoi anche tracciare determinate azioni, come i click su un link o il download di file. 

Grazie a questi puoi scoprire, per esempio, che un social ti porta più traffico di un altro, che un certo genere di contenuto funziona di più, o che il tuo sito web ha successo in una particolare area geografica.

E tutto questo è gratuito!

GA4 dashboard

COS’È GOOGLE ANALYTICS 4 E QUALI DIFFERENZE CON GOOGLE ANALYTICS (UA)

Google Analytics 4 è molto diverso dai suoi predecessori, perché si basa su intelligenza artificiale e machine learning, Queste due tecnologie sono in grado di superare i limiti che l’attuale Analytics ha quando si tratta di raccogliere dati degli utenti. GA4 riesce invece a capire e predire con più precisione il comportamento degli utenti e, quindi, il loro customer journey, che è diventato sempre più complesso (mai sentito parlare di Messy Middle?).

LE NOVITÀ DI GA4

Google ha progettato GA4 per aiutare i proprietari dei siti web a capire come raggiungere i loro obiettivi, siano essi traffico, lead, iscrizioni, vendite o altro.

Al di là dell’aspetto grafico, che sarà semplificato rispetto all’attuale, queste sono le novità principali.

  • L’engagement session 

Tutte le sessioni verranno divise tra bounce rate (frequenza di rimbalzo) ed engagement rate. Il coinvolgimento comprende ulteriori metriche: average engagement time, engaged sessions per users e average engagement time per session;

  • Gli Eventi

UA si focalizza sulle sessioni, mentre GA4 sugli eventi.

 A differenza del primo, il secondo considera ogni tipo di interazione dell’utente come un evento. Inoltre, non serve più aggiungere sempre i codici personalizzati degli eventi, perché alcuni di essi sono misurati di default. 

  • Gli ID utenti

Universal Analytics mostra gli utenti web e gli utenti app, tuttavia separatamente. Quindi, se lo stesso utente interagisce prima via web e poi via app, viene contato due volte. Google Analytics 4 lo conta una sola volta. Questo aiuta nella comprensione del customer journey e offre informazioni preziose per capire come gli utenti si muovano in maniera diversa in base alla piattaforma.

  • Le sessioni e le hit

GA4 conteggia le sessioni dell’utente attivo in modo automatico (UA si basava su calcoli manuali). Inoltre, Google Analytics 4 mantiene attive le hit fino a 72 ore dal termine della giornata (UA fino a 4 ore). Questo avrà come effetto un numero inferiore di sessioni, ma mostrerà in maniera più definita l’attività dell’utente.

  • I Report

Anche se alcuni report di base saranno eliminati, nella sezione Analisi è possibile creare report diversi e più elaborati rispetto a quelli in Universal Analytics.

  • Il cross-domain

Il tracciamento tra domini
 è ora integrato nella piattaforma e risulta più potente.

  • Il modello di attribuzione

Con UA il modello di attribuzione delle conversione era in modalità “last clic”, ovvero il 100% della conversione veniva attribuito all’ultimo canale utilizzato dall’utente. Invece, con GA4 passiamo a una attribuzione data-driven, ovvero è Google stesso, grazie a un algoritmo, ad attribuire la conversione ai vari canali con percentuali differenti in base a quanto essi hanno contribuito alla stessa.  

vantaggi GA4 Google Analytics 4

I VANTAGGI DI GA4

Al di là degli aspetti tecnici, il vantaggio principale di GA4 è di riuscire a compensare i limiti nella raccolta dei dati di quegli utenti che negano il consenso al tracciamento tramite cookies.

La difficoltà nel raccogliere informazioni sugli utenti è diventata ancor più marcata quando Apple ha deciso di aumentare la tutela dei suoi consumatori iPhone, ma dipende anche da una crescente attenzione verso il tema.

Il fatto è che il tracciamento degli utenti è ciò che ti permette di capirne il comportamento e, quindi, di decidere cosa fare con il tuo sito, quali contenuti pubblicare, quali campagne attivare e di stabilire cosa funzioni e cosa no. Senza questi dati, ti muovi nel buio e rischi di buttare tempo e soldi senza ottenere alcunché.


Allora, stiamo forse dicendo che GA4 è in grado di eludere le regole sulla privacy? Assolutamente no. Al contrario, come spiega Google stessa nella pagina di presentazione della piattaforma:

“Google Analytics 4 è progettato con la privacy al centro per offrire un’esperienza migliore sia ai nostri clienti che ai loro utenti. Aiuta le aziende a soddisfare le esigenze in evoluzione e le aspettative degli utenti, con controlli più completi e dettagliati per la raccolta e l’utilizzo dei dati. È importante sottolineare che anche Google Analytics 4 non memorizzerà più gli indirizzi IP.”

Cosa significa? Che se con UA non potevi in alcun modo avere un’idea del comportamento degli utenti che negano il consenso ai cookies, ora – grazie al machine learning- GA4 ti fornisce dei dati più completi. Non sono dati oggettivi, ma tendenze che la piattaforma deduce a partire dai dati di cui già dispone. Ecco perché è importantissimo passare il prima possibile a GA4 senza aspettare la scadenza! In questo modo puoi dare il tempo alla piattaforma di raccogliere dati prima che quelli raccolti con UA vengano eliminati definitivamente.

COSA FARE ORA?

Il passaggio alla nuova versione di Google Analytics dipende dalla tua attuale situazione.

  • Non hai mai usato Google Analytics
    Ciò che devi fare è aprire e configurare un’account GA4.
  • Hai già un account UA
    Puoi aggiungere la versione GA4 attraverso la funzione “Assistente alla configurazione GA4”. In questo modo passerai a Google Analytics 4, ma potrai accedere sempre a UA, che rimarrà attiva fino al 1° luglio 2023.

In ogni caso, se vuoi assicurarti di configurare Google Analytics 4 davvero nel modo corretto e a te più funzionale, contattaci!

Passa a Google Analytics 4!

Prenota una call conoscitiva gratuita di 30 minuti insieme a Enrico:

Immagine predefinita
Enrico Miceli
Articoli: 6

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy